Libertella Stefania

19/06/2018
STEFANIA LIBERTELLA nasce a Roma nel 1972. Dopo aver studiato da bambina danza classica per otto anni, inizia il suo percorso creativo e poliedrico negli anni ’80 frequentando il IV Liceo Artistico Statale “Alessandro Caravillani” a Roma dove apprende le tecniche di pittura, modellato, architettura e studia la storia dell’arte dei grandi maestri.
Appassionata di pittura antica, dal 1990 al 1992 frequenta un corso professionale come restauratore di dipinti su tela, tavola e affresco per approfondire la conoscenza delle tecniche pittoriche tradizionali e delle tecniche di restauro necessarie alla loro conservazione; con questo percorso di studi comincia a maturare un interesse specifico per la conservazione dei Beni Artistici.
Nel 1992 partecipa al concorso pubblico per la scuola di alta formazione dell’Istituto Centrale per il Restauro di Roma dove consegue l’idoneità. Dal 1997 al 2000 lavora nell’ambito del “Progetto Polis Prima Occupazione” come restauratore per la Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma ed opera su fontane, monumenti e lapidi commemorative.
Nel 2004 si laurea a pieni voti in architettura presso l’università “La Sapienza” di Roma, specializzandosi in “Tutela e Recupero dei Beni Storici e Architettonici”. Dal 2005 è iscritta all’Ordine degli Architetti di Roma e provincia.
Dal 2006 al 2010 insegna corsi di storia dell’arte e pittura ad olio presso l’Istituto Lorenzo dè Medici di Tuscania e Roma; qui ha l’opportunità di stare a stretto contatto con classi di studenti americani ed insegnare loro la conoscenza base della storia dell’arte e della tecnica ad olio.
Per Stefania Libertella la pittura è il mezzo che la mette a diretto contatto con se stessa e dalla quale trae la sua energia vitale. Il periodo artistico preferito è il Rinascimento, la città d’arte più amata è Firenze e l’artista più studiato è Michelangelo Buonarroti. Spesso fa gite a Firenze per studiarne l’architettura urbana, la pittura e la scultura presente in loco.
Tema centrale delle sue composizioni sono la figura umana ed il ritratto, ma ama dipingere anche paesaggi, nature morte e monumenti antichi. La sua conoscenza delle tecniche artistiche comprende la matita, il carboncino, la sanguigna, l’olio, la tempera, l’acrilico, l’acquarello ed il pastello.
La passione per la pittura si trasmette anche nel suo lavoro come architetto, poiché la sua innata sensibilità coloristica le permette di creare accostamenti differenti di colore che si tramutano in materiali costruttivi e tessuti.
Insieme alla figura di Michelangelo Buonarroti è anche affascinata da tre celebri artiste donne:

  • Artemisia Gentileschi per la sua forte personalità interiore;
  • Tamara de Lempicka per la bellezza cromatica del colore e la rappresentazione della donna e della sua femminilità;
  • Niki de Saint Phalle ed il “Giardino dei Tarocchi” in cui la materia diviene vibrazione ed espressione di assoluta libertà creativa.Attualmente lavora come architetto e nel tempo libero ama suonare il pianoforte da autodidatta.
  • Partecipazione alla 41° edizione concorso Arti Figurative Premio “Marino Marini” categoria Disegno (anno accademico 2017/2018) indetto dall’Accademia Internazionale d’Arte Moderna di Roma (2018);
  • mostra collettiva intitolata “Luce e Materia” presso la Galleria d’Arte Mentana di Firenze (2016);
  • partecipazione alla pre-selezione per il “BP Portrait Award” indetto dal National Portrait Gallery di Londra (2009);
  • partecipazione al concorso di pittura “Premio Celeste” di San Gimignano (2006);
  • concorso pittorico “Premio Agazzi” indetto dal comune di Mapello (BG) 2005;
  • mostra collettiva intitolata “Picasso e le donne” presentata presso la galleria Forum Interart di Roma (1991).
  • 3° premio medaglia di bronzo alla selezione finale del trofeo internazionale “Medusa Aurea” 41°edizione classe Arti Figurative categoria Disegno (2018);
  • Diploma di segnalazione nella sezione “Arte Sacra” concorso pittorico “Premio Agazzi”, comune di Mapello (2005).
  • menzionata sul periodico “la Toscana” per la mostra collettiva “Luce e Materia” presso la galleria d’arte Mentana di Firenze, 2016.
 scansione0013-150x150

La-giovane-Maria-2014-olio-su-tela-1-Copia-150x150

 

Luce-2010-150x150