RAPETTI SERGIO

21/11/2020

“Tu” La mia vita

 

Mi ricordo di una notte di tanto tanto tempo fa,
come una magia mi apparve la tua figura,
eri bellissima, dolce e leggiadra come una farfalla e,
improvvisamente come una farfalla la tua figura sparì,
a quel punto mi accorsi che solo un sogno era.
Passarono alcuni anni da quel meraviglioso sogno,
sogno che dimenticato non ebbi mai: ed ecco che
improvvisamente mi riappari in tutto il tuo splendore;
con grandissima gioia, scoprii che questa volta
era tutta realtà, eri “Tu”, si eri proprio “Tu”,
la dolce e leggiadra ragazza del mio sogno passato.
Passammo insieme la serata danzando e raccontandoci,
mi ricordo il profumo di violetta che emanavi,
la tua sincerità e la tua raggiante allegria,
come mi ricordo il dolce bacio della buona notte,
prima di salutarci con un arrivederci al prossimo sabato.
Da quel giorno incantevole non ci siamo più lasciati,
molte lune, primavere e inverni son passati,
qualche parola in più è scappata dalle mie tue labbra,
ma a tutt’oggi sei ancora la donna dolce e leggiadra,
del sogno passato: si sei proprio “Tu”, la mia vita.

                                                            Sergio Rapetti